Cos’è “Io Scelgo Calabria”? Bastano due parole. È La Lega dei Calabresi che lavorano sodo! Perché la Calabria non è fatta solo di mafiosi, di criminali, di politicanti da strapazzo magari anche collusi e coinvolti in gravi inchieste giudiziarie, di parassiti sempre in cerca di mendicare pagnotte immeritate, di speculatori senza scrupoli  (la mafia bianca) che hanno compiuto disastri epocali ai danni del paesaggio, dell’ambiente, delle casse pubbliche. “Io Scelgo Calabria” è uno spazio condiviso di valori, princìpi, ideali, programmi veri, proposte concrete tra gente che lavora: dal contadino al muratore, dal professionista iper-specializzato all’imprenditore serio, dal commerciante al docente, dal disoccupato che non si arrende al giovane che non molla e non si deprime. La Calabria di quelli che, appunto, lavorano sodo, pur non vivendo in “Padania” o nel Nord Europa. E quando in Calabria si lavora con estremo impegno, i prezzi da pagare sono più alti che altrove, causa insufficienze e ritardi della macchina pubblica, o per la presenza di un mercato asfittico, o magari per le distanze enormi dalle aree più pulsanti del Paese. Costa tutto di più, ed ogni passetto anche piccolo piccolo richiede sacrifici enormi, passione oltre ogni limite, capacità sovrumana di credere in ciò che si fa.

Ecco perché “Io Scelgo Calabria” sta raccogliendo tante adesioni, perché è matura la condizione economico-sociale, e se vogliamo anche culturale, per consolidare processi positivi di partecipazione consapevole e attiva. No al Neofeudalesimo (che trasforma i diritti della gente in concessioni,  elargizioni e clientele, barattando voti che alimentano il carrozzone delle sanguisughe), No al Neocolonialismo dei presunti Salvatori della Patria che invece sono gli ennesimi Conquistatori cinici e spregiudicati, che non si fermano neanche di fronte ad evidentissime criticità e negatività. Il futuro dei Calabresi è nelle mani dei Calabresi!

Ecco quindi che, fatte queste premesse, si comprenderà fino in fondo l’azione di sviluppo che “Io Scelgo Calabria” sta realizzando facendo sintesi fra protagonisti della ristorazione e aziende agroalimentari del territorio. Numerose le tappe già effettuate, con grande copertura mediatica. La prossima avrà come sede la rinomata Trattoria Max, in cui cucina da anni l’abile cuoco Salvatore Murano. Salvatore Murano, in arte Max, ha saputo, nel tempo, costruire un proprio originale percorso gastronomico rispettoso della tradizione e delle radici culturali di un’area che profuma di storia qual è, appunto, il Cirotano. La serata, come al solito con ospiti significativi, avrà quale filo conduttore il Baccalà e lo Stocco forniti dalla Stocco&Stocco di Cittanova (Rc). E poi la ’Nduja da filiera corta di Michele Dotro di Spilinga (Vv), realizzata a base di Peperoncino Tri Pizzi del Monte Poro, l’olio extravergine di oliva, le olive, la pasta, i vini di Tenuta Iuzzolini di Cirò Marina, l’acqua minerale… tutto rigorosamente Made in Calabria. La costruzione di un Mercato Interno Forte è uno degli obiettivi strategici di “Io Scelgo Calabria”. Un Mercato Forte, considerata la perdurante difficoltà di sfondare sui mercati internazionali (l’export, nonostante alcuni segnali positivi, rappresenta ancora una porzione piccolissima dell’economia regionale), nonché la dimensione della stragrande maggioranza delle aziende agroalimentari ed artigianali di Calabria, spesso piccolissime e a conduzione familiare. I princìpi ispiratori di “Io Scelgo Calabria” verranno declinati da Massimo Tigani Sava (giornalista e scrittore, direttore editoriale di VideoCalabria e direttore di Local Genius) e da Salvatore Gaetano (Ceo di VideoCalabria e di Mgls Srl, la società che gestisce i progetti di comunicazione integrata “Io Scelgo Calabria” e “Magna Grecia Lifestyle”, e che coordina un potente network mediatico).

Ecco il menu proposto da Max: Antipasto (Stocco, olive, noci, erbe amare e olio Evo); Stocco, peperoni di cima, cipolla dolce e olio Evo. Primo: Maccheroni calabresi, Stocco, caciocavallo, broccoli, olio Evo con peperoncini cruschi sbriciolati, ‘Nduja. Secondo: Stocco a “Ghjotta” alla maniera di Max con pane raffermo casereccio. Dolce: Dolce di ricotta alla Max. Per prenotazioni: Trattoria Max, Cirò Marina (Kr), tel. 0962.373009; www.trattoriamax.it

Riconoscimenti realizzati a cura del grande orafo crotonese, Michele Affidato. La serata godrà, come sempre, di un accompagnamento musicale proposto da Calabriasona, progetto guidato da Giuseppe Marasco. Per raccontare la nuova tappa di “Io Scelgo Calabria”, anche con una forte presenza sui social network (Facebook e Twitter) la giornalista Antonella Iacobino. Per approfondire la missione di “Io Scelgo Calabria” si può consultare il sito ufficiale: www.ioscelgocalabria.it. Io Scelgo Calabria è una Rivoluzione Copernicana nel modo di essere e di sentirsi Calabresi!